Dal 31 agosto al 2 settembre 2018 i Comuni della Valle del Tammaro ospiteranno «Paesi dell’Acqua»: re giorni di incontri e attività naturalistiche sulle risorse idriche

Dal 31 agosto al 2 settembre 2018 i Comuni della Valle del Tammaro ospiteranno «Paesi dell’Acqua». Tre giorni di incontri e attività naturalistiche per porre l’accento sulla tutela delle risorse naturali e sull’importanza delle risorse idriche per le economie locali. L’evento, ideato dall’Associazione Culturale «Paese dell’Acqua», rappresenta l’evoluzione dell’ormai tradizionale «Sassinoro Paese dell’Acqua», che quest’anno, ha allargato i propri confini coinvolgendo anche i comuni di Morcone, Santa Croce del Sannio, Campolattaro, Fragneto l’Abate e Fragneto Monforte. L’idea di una «rete» dei comuni dell’acqua ha sempre contraddistinto l’azione dell’associazione «Paese dell’Acqua» tanto da veder nascere la collaborazione con l’associazione veneta Vaghe Stelle, con il comune di Santorso (Vicenza) e Pietre Parlanti, associazione nata nella frazione di Santa Giulia del Comune di Lavagna (Genova) i cui contributi all’organizzazione dell’evento sono stati fondamentali. Proprio per questo, l’incontro «Vasi Comunicanti» ha l’obiettivo di mettere in relazione gli amministratori locali e nazionali e i professionisti del settore, per uno scambio di idee e di pratiche volto a migliorare la collaborazione istituzionale e professionale. In questo contesto, l’apporto della società civile diventa il collante necessario per coordinare il perseguimento dell’interesse generale.

La tutela delle risorse idriche è, quindi, il tema principale della tre giorni. L’Associazione «Paese dell’Acqua» ha da tempo lanciato un progetto di monitoraggio fluviale che propone nelle scuole. A questo, si aggiunge un interessante progetto relativo alla prevenzione dell’inquinamento delle acque gestito dalla «Fundaciò URV» di Tarragona in Spagna. Inoltre, vi sarà il consueto approfondimento sul rapporto tra cambiamento climatico e gestione delle risorse idriche. «Paesi dell’Acqua» è un evento che funge da volano per la promozione del territorio.

É proprio in questo contesto che si inserisce l’arrivo del treno storico “Sannio Express”nel Comune di Morcone, domenica 2 settembre. Si è colta in questo caso la splendida opportunità offerta dal treno, recentemente inaugurato, per permettere un viaggio all’interno della Valle del Tammaro attraverso un mezzo di trasporto privilegiato che permette di godere delle bellezze paesaggistiche. La presenza della «Carovana dell’Acqua» nel Comune di Morcone sarà anche l’occasione per un convegno nel quale saranno trattati diversi temi, tra cui, i Beni Comuni, il Parco Nazionale, la gestione pubblica del servizio idrico, la salute dei corpi fluviali. Nell’ambito della promozione delle specificità territoriali, assume particolare rilevanza il cosiddetto “cumparaggio” con i promotori de “Il Palio del Grano” evento Cilentano. Dall’incontro è nata l’idea di mescolare la farina prodotta a Caselle in Pittari (da quest’anno anche quella prodotta nella Valle del Tammaro) con l’Acqua di Sassinoro «A pane e acqua» dunque, è la sintesi tra due realtà di promozione territoriale che lavorano con l’obiettivo di ricongiungere l’uomo con il proprio territorio e con la natura. Agli incontri e alle discussioni si affiancheranno anche momenti ludici e attività naturalistiche.

Tanti gli ospiti e i relatori che parteciperanno all’evento e che arrivano da lontano e che saranno accolti nei Comuni aderenti, grazie al sistema dell’ospitalita’ diffusa che abbiamo proposto lo scorso anno con grande successo e che riteniamo abbia un valore socio economico fondamentale per le nostre terre. Oltre alle associazioni locali e nazionali, vale la pena sottolineare la presenza, tra gli altri, di Padre Alex Zanotelli, da anni a difesa dei diritti umani, Antonio Carrara, Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo, Cristina Leggio Assessore ai Beni Comuni del Comune di Latina e di Franco Mazza Presidente Isde, medici per l’ambiente Avellino.”

No Comments Yet

Comments are closed