Manuel Lombardi è il nuovo presidente di Coldiretti Caserta. Grazie a lui è stato scoperto e vive il “conciato romano”

L’assemblea della federazione provinciale di Coldiretti ha rinnovato oggi le sue cariche. Il nuovo presidente di Coldiretti Caserta è Manuel Lombardi, che raccoglie un testimone importante da Tommaso De Simone. Al neoeletto gli auguri del vicepresidente nazionale Gennaro Masiello, del direttore regionale Salvatore Loffreda e del direttore provinciale Angelo Milo.  Eletto anche il nuovo consiglio di federazione, che risulta composto da Massimo Angelino (Sessa Aurunca), Daniele Buzzo (Caiazzo), Davide Campagnano (Castel Campagnano), Giovanni Capezzuto (Carinola), Giovanni Carfora (Santa Maria a Vico), Francesco D’Amore (Frignano), Enzo Farina (Maddaloni), Raffaele Garofalo (Alife), Gennaro Granata (Presenzano), Massimo Landino (Gioia Sannitica), Davide Letizia (Pietramelara), Gaetano Migani (Villa Literno), Arturo Migliaccio (Sant’Angelo d’Alife), Raffaele Magliulo (Aversa), Cristofaro Paolella (San Cipriano d’Aversa), Raffaele Petrillo (Cancello Arnone), Antonio Robbio (Vairano Patenora), Antonio Rotondo (Pietravairano), Roberto Sebastiano Schiavone (Capua), Salvatore Sorbo (Santa Maria Capua Vetere). Il presidente Manuel Lombardi – 42 anni, sposato e padre di due bambini – è titolare dell’azienda agricola e agrituristica Le Campestre di Castel di Sasso, famosa per aver riscoperto e promosso il “conciato romano”, tra i formaggi più antichi del mondo, citato da Plinio e prodotto nell’alto casertano fin dall’epoca dei Sanniti. Ricopre già la carica di presidente di Terranostra Campania, l’associazione di Coldiretti che promuove gli agriturismi della rete Campagna Amica.

No Comments Yet

Comments are closed