#NessunoTocchiLirpinia TANTI gli appelli per la salvaguardia del GRECO DI TUFO Docg

Si puo essere un comune che è inserito nell’areale di produzione di uno dei vini bianchi più importanti in Campania ed in Italia il Greco di Tufo Docg ed essere allo stesso tempo un luogo di lavorazione di rifiuti ?  Questa situazione paradossale stà per concretizzarsi nel comune di Chianche  che è inserito nell’areale di produzione dI uno dei vini più rinomati in Italia insieme ai  comuni di :  Tufo, Altavilla Irpina, Montefusco, Prata di Principato Ultra, Petruro Irpino, Santa Paolina e Torrioni .Nonostante i ricorsi amministrativi e gli appelli dei comitati ,del consorzio di tutela , di enologi e produttori  per rivedere il progetto che  inevitabilmente penalizzerà  tutta la valle del Sabato e le  produzioni agricole locali, Il comune di Chianche  và avanti nella decisione di realizzare limpianto .L’hastag  #nessunotocchiLirpinia è diventato virale ed è il simbolo da adottare per dare sostegno al territorio irpino e i produttori  in questa battaglia.

La redazione Invita i lettori di Gustocampania ad adottare l’hastag e di dare sostegno alla campagna per la salvaguardia del GRECO DI TUFO DOCG.

 

 

Pasquale Brillante

Sommelier & Barman Wine & Food Consultant Blogger enogastronomico

No Comments Yet

Comments are closed