The Circle, Spirits Experience, le novità della 27^ edizione del Merano WineFestival dal 9 al 13 Novembre

The Circle, Spirits Experience, una tavola rotonda dedicata al “Futuro del vino” e una giornata dedicata alla degustazione delle vecchie annate: ecco le novità della 27^ edizione di Merano WineFestival. 

Un’edizione che vuole farsi ricordare quella del 2018 di Merano WineFestival (9-13 novembre). Grandi le novità introdotte a corollario di una manifestazione che, senza mai perdere di vista la qualità e l’eccellenza di vini e prodotti gastronomici proposti da The Official Selection, aggiunge un tocco di mondanità e intrattenimento al proprio programma.

Merano, 6 settembre 2018 – Dal 9 al 13 novembre torna l’esclusiva kermesse meranese dedicata agli appassionati di wine&food, Merano WineFestival. E tornano i migliori vini e prodotti gastronomici selezionati durante l’anno dal WineHunter Helmuth Köcher durante le sue “cacce” in Italia e all’estero. La 27^ edizione porta con sé numerose novità: dallo spazio polivalente di The Circlealla nuova area espositiva Spirits Experience, passando per una tavola rotonda dedicata al “Futuro del vino” e la possibilità di degustare dellevecchie annate di vini di eccellenza all’interno degli spazi di The Official Selection.

Si chiama The Circle – People, Lands, Experiences ed è una delle principali novità disponibili per i visitatori di Merano WineFestival 2018. Uno spazio di450 mq in Piazza de la Rena che diventa palcoscenico dove raccontare lestorie di uomini, di cibo, di vino, di territori; ma anche un luogo dove incontrare esperti del settore e approfondire temi focalizzati su singoli territori o prodotti italiani, condividendo testimonianze di successo e case-histories esemplari. Presente per tutta la durata di Merano WineFestival, The Circle è aperto a tutto il pubblico accreditato e dedica il proprio programma d’intrattenimento ai territori e alle aziende che si vorranno raccontare, anche attraverso testimoni di successo. Al suo interno uno Stage per le interviste e gli approfondimenti, i “Salotti di The Circle”, una Vip Lounge dedicata alla stampa e uno spazio organizzato per wine&food tasting guidati, oltre ad incontri conchef e piccoli produttori di tipicità, vignaioli e pizzaioli fra i più conosciuti. Inoltre viene data la possibilità a Consorzi o aziende di organizzare incontri e confronti a porte chiuse, coinvolgendo un pubblico professionale, ma non è tutto. La sera, dopo la chiusura del Kurhaus e della Gourmet Arena, The Circle si trasforma in uno spazio Lounge dove rilassarsi dopo una giornata intensa alla manifestazione; uno spazio aperto alla socializzazione dove vivere piacevoli esperienze. Ecco che non può mancare un drink o un calice di buon vino nell’ Open Bar o il piacere di fumare un sigaro nell’area fumoir esterna; o ancora, vivere l’esperienza di accomodarsi su una originale poltrona da barbiere nell’area Barber Shop. Il tutto ascoltando musica live tra jazz, chilly out e soul, animando le proprie serate meranesi con un tocco di mondanità. Agli appassionati di cocktail e superalcolici è dedicata invece la nuova area espositiva di Merano WineFestival che si affianca alla Gourmet Arena: Spirits Experience. Un viaggio tra degustazioni e seminari a tema organizzati dalle aziende con esperti del settore e rappresentanti della mixology, dove whiskey, rum, liquori e vermouth sono i protagonisti. E per completare la propria spirits experience non può mancare l’area dedicata alla miscelazione, dove assistere alle esibizioni dei barman nella creazione di speciali drink e assaggiarecocktail di altissima qualità.

Tra le novità della 27^ edizione, nella giornata di sabato 10 novembre si svolge un’importante conferenza dedicata al “Futuro del Vino” al Teatro Puccini, durante la quale il patron di Merano WineFestival Helmuth Köcher e una serie di ospiti speciali, tra cui esperti e personalità di spicco, si confrontano in una tavola rotonda che vuole mettere l’accento sulle prospettive future della viticoltura tra l’influenza dei cambiamenti climatici, i nuovi gusti e le aspettative dei consumatori. Infine, una segnalazione dal Kurhaus, che come di consueto ospita la selezione dei vini italiani e internazionali. Nella giornata di lunedì 12 novembre alla degustazione dei vini selezionati dal WineHunter e dalle sue commissioni di assaggio si affianca la possibilità da parte delle aziende di presentare al pubblico e alla stampa un Focus sulle vecchie annate di un proprio vino. Ecco quindi che diventa possibile scoprire vini ricercati che solitamente non partecipano agli eventi e degustarli in una speciale miniverticale. Ad attendere il pubblico un’edizione della kermesse Merano WineFestival che vuole essere ricordata e che il patron e WineHunter Helmuth Köcher ha pensato come una grande festa per celebrare la sua caccia dedicata ai migliori vini e alle specialità gastronomiche create dagli artigiani del gusto, ma anche come spazio di confronto all’insegna dell’innovazione e del futuro, nel rispetto del suo motto “Excellence is an attitude”.

Pasquale Brillante

Sommelier & Barman Wine & Food Consultant Blogger enogastronomico

No Comments Yet

Comments are closed