Vinitaly 2018 la 52^ Edizione in programma dal 15 al 18 Aprile

gif-vinitalyCon l’inizio di Febbraio si guarda al nuovo anno nel mondo del vino e tra i primi importanti appuntamenti italiani il Vinitaly rappresenta da oltre 50 anni un punto di riferimento.La 52/ma edizione di Vinitaly questa’anno è  in programma dal 15 al 18 aprile 2018.

L’ultima edizione nei quattro giorni di business e promozione per il mondo vitivinicolo ha registrato  128mila presenze da 142 nazioni. In crescita l’internazionalità del salone che  ha visto aumentare i top buyer stranieri accreditati che hanno toccato quota 30.200 (+8% sul 2016), sul totale dei 48mila visitatori esteri. Vinitaly 2017.

Significativa anche  la crescita del ruolo b2b di Vinitaly a livello internazionale, con buyer sempre più qualificati da tutto il mondo. Nella  top ten delle presenze degli operatori stranieri : Stati Uniti (+6%), Germania (+3%), Regno Unito (+4%), Cina (+12%), Francia e Canada (stabili), Russia (+42%), Giappone (+2%), Paesi del Nord Europa (+2%), Olanda e Belgio (+6 per cento). A questa lista si aggiunge la buona performance del Brasile (+29%), senza dimenticare il debutto assoluto a Vinitaly di Panama e Senegal. Per quanto riguarda invece l’Italia c’è stato un consolidamento degli arrivi da tutte le regioni del Paese”.

Con più di 4.270 aziende espositrici da 30 paesi (aumentate nel complesso del 4% sul 2016, in particolare quelle estere, del 74%) Vinitaly si è confermato  dunque il più importante salone internazionale per il vino e i distillati.

La Campania del vino nell’ultima edizione  è ritornata a mettere insieme nelle  stesse aree espositive anche il padiglione Irpinia  ricucendo la divisione degli anni precedenti .La promozione congiunta di tutta la filiera è sicuramente la migliore strategia per far conoscere e diffondere i vini della Campania  nel mondo.Il recente accordo di collaborazione annunciato dai consorzi del Sannio del Vesuvio e di Salerno che ha visto al Merano Wine Festival la loro prima uscita ufficiale è un primo importante esempio da sviluppare anche con gli altri consorzi per  competere sui mercati internazionali.

 

 

Comments are closed.