Food digestion, a Castel dell’Ovo 250 ricercatori da tutto il mondo

Tre giorni di studio, a livello mondiale, per condividere e presentare le ultime scoperte di 250 ricercatori di ben 90 istituti di ricerca, provenienti da 32 Paesi. Napoli diventa «capitale», da martedì prossimo 17 marzo, con la quarta «International Conference on Food Digestion», che analizzerà – appunto – il livello massimo di ricerca raggiunto sulla digestione degli alimenti. Da Argentina, Stati Uniti, Canada, Sud Africa, Cina, Giappone, Italia, Australia e Russia, tanto per citare i Paesi di provenienza dei ricercatori, giungeranno i risultati su tre tematiche generali: l’impatto della composizione degli alimenti sulla digeribilità e biodisponibilità; l’evoluzione e il destino di macro e micronutrienti lungo il tratto gastro-intestinale; gli effetti dell’alimentazione sulla salute umana. L’evento sarà un excursus di elevata valenza, che pur avendo il comune denominatore nella digestione degli alimenti, consentirà di affrontare svariati aspetti delle scienze dell’alimentazione, e di approfondire le recenti acquisizioni nel settore, ottenute con le metodologie più avanzate di investigazione quali l’NMR imaging, la proteomica, la metabolomica e la nutrigenomica. L’evento è patrocinato dal Comune di Napoli (che ha messo a disposizione la location di Castel dell’Ovo per la cena di gala) e coincide con la Conferenza di chiusura della «Cost Action Infogest», finanziata della Comunità Europea. Le competenze scientifiche dei partecipanti Infogest sono trasversali e spaziano dalla chimica degli alimenti, alla produzione di alimenti funzionali innovativi, dalla nutrizione alla gastroenterologia e alla immunologia. Il convegno è organizzato da Pasquale Ferranti, Professore del Dipartimento di Agraria della Federico II, in collaborazione con i ricercatori Gabriella Pinto, della Federico II, e ricercatori Simonetta Caira, Gianfranco Mamone e Gianluca Picariello dell’Istituto di Scienze dell’Alimentazione (ISA) del CNR di Avellino. I lavori saranno introdotti dal Direttore ISA-CNR, Sabato D’Auria, dall’assessore all’Università e alla Ricerca della Regione Campania, Guido Trombetti, dal Direttore del Dipartimento di Agraria della Federico II, Paolo Masi, e dal coordinatore della COST Action Infogest, Didier Dupont .
No Comments Yet

Comments are closed