Ristorante Mare Nostrum Salerno


Ci siamo sempre chiesti come mai una città di mare come Salerno non offrisse una location gastronomica sul mare all'altezza. Poi abbiamo scoperto (e si tratta di una vera e propria scoperta perche' i signori ci sono da ben sette anni) Mare Nostrum all'interno dei Cantieri Soriente. La prima cosa che colpisce è la comodità e l'ampiezza delle poltroncine che rendono immediatamente accogliente l'ambiente e che permettono di lasciarsi andare alle delizie dello chef Davide Calabrese. La seconda cosa e' il mestiere: qui niente e nessuno e' improvvisato. Ce ne accorgiamo immediatamente sin dall’ accoglienza. Marzio Schiavone, il titolare, e' persona dai modi gentili ed affabili; e man mano ce ne convinciamo sia per la cura del servizio che per la deliziosa appetibilità dell’offerta.
Partiamo dai vini: bianchi e rossi rigorosamente campani. Forse si potrebbe ampliare un po' la scelta ma le migliori cantine sono presenti, tutte, senza eccezioni.
La proposta gastronomica spazia in una vasta scelta di antipasti, alcuni dei quali veramente eccellenti come l'insalata di gamberi marinati con pompelmo e funghi o il trancio di pesce spada imbottito e gratinato, senza dimenticare i gamberi con patate e provola anche questi "au gratin".
I primi rispecchiano la tradizione classica marinara e sono tutti ben fatti e magistralmente impiattati in ceramica vietrese, ma e' sui secondi che lo chef da sfogo alla sua creatività e sfoggio di grandi doti culinarie: ci ha preparato dei gamberoni rivestiti da una sottile fetta di pesce spada ed una di melanzana, una spolverata di pangrattato e gratinati al forno, veramente superbi! Buono e abbondante anche lo spiedino gratinato di rana pescatrice.
Ma lo chef non si fa cogliere impreparato neanche sul desser ed accanto a dei classici della pasticceria salernitana come la scazzetta ed il monte bianco troviamo, e scegliamo, una deliziosa torta di mele realizzata comme il faut ed un tortino al cioccolato rigorosamente home made.
Il sorriso e lo stato di benessere che ci ha accompagnato durante tutto il convivio non scompare neppure all’arrivo della “quenta”, anch’essa tranquilla e senza sorprese.

Bread and Peppers

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.