Da Mozzillo pane e mare, il panino col polpo supera quello pugliese

Proprio attaccato a La Taverna del Mozzo, bell’esperimento di un locale moderno che cucina il pescato, c’è un format che ha risollevato le sorti della qualità da asporto in Puglia ed è sbarcato a Marina di Camerota (Salerno) grazie all’idea-progetto di Paolo De Simone (patron di Storie di Pane) e Davide Mea: Mozzillo pane e mare. L’idea di un panino di mare, delle fritturine da asporto in più declinazioni Davide e Josè, suo cognato, l’anno presa dal panino col polpo pugliese, oggi divenuto gourmet.

Qui, però l’hanno trasformato e rilanciato in più versioni. Col polpo, appunto, col pesce spada, col pesce bandiera e poi hanno rilanciato il viccio, cioè al pane che nel Cilento serviva per testare la temperatura del forno, servono farcito dei prodotti freschissimi di mare e terra. Discreta selezione di birre, qualcuna artigianale e dei vini, perlopiù campani.

 

No Comments Yet

Comments are closed