Take a fresh look at your lifestyle.

La Campania a Cheese 2013, Bra 20-23 settembre

0


Cheese accoglie la Campania a Bra dal 20 al 23 settembre

L’avvenimento mondiale tanto atteso con Cheese 2013;
come da tradizione, la Campania è un’ospite d’eccezione della manifestazione che colora le strade di Bra dal 20 al 23 settembre. L’evento biennale a ingresso gratuito, organizzato da Città di Bra e Slow Food Italia con la partecipazione del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, apre le porte a centinaia di casari, pastori, affinatori e produttori pronti a confrontarsi e presentare le loro prelibatezze.

- la tua Pubblicità qui -

Per iniziare il nostro viaggio campano fra le strade della cittadina piemontese partiamo dal Mercato italiano, fulcro della manifestazione, dove siamo i benvenuti a Casa Madaio di Castelcivita (Sa), che da quattro generazioni produce e affina formaggi a latte crudo. Sempre in piazza Carlo Alberto troviamo anche i formaggi di bufala de Le Forme del Latte srl di Nola (Na) e del Caseificio Masseria Cardilli di Presenzano (Ce), oltre alle provole e al caciocavallo del Caseificio D&D di Calitri (Av).

Spostandoci in via Principi di Piemonte, lasciamoci conquistare dalla complessità aromatica del cacioricotta del Cilento, Presidio Slow Food, prodotto con il latte degli ultimi greggi di capra di razza cilentana.

Cerchiamo invece la specialità campana per eccellenza nel cortile delle Scuole Maschili, dove la pizza napoletana è incoronata regina assoluta. La Piazza della Pizza, nella cui organizzazione è coinvolta anche Slow Food Campania, è un vero e proprio palcoscenico su cui si esibiscono pizzaioli da tutta Italia. Da non perdere gli appuntamenti con le pizze d’autore dei protagonisti campani, che si alternano durante i giorni della manifestazione al forno allestito per l’occasione. Venerdì dalle 17 alle 18 Domenico Scola del ristorante pizzeria Anna di Agropoli (Sa) e Paolo Surace del ristorante pizzeria Mattozzi di Napoli; sabato dalle 11.30 alle 12.30 Roberto Di Massa, campano per nascita, mente del Pizza System Institute; sabato dalle 15.30 alle 16.30 Guglielmo Vuolo della pizzeria F.lli Vuolo di Casalnuovo (Na); domenica dalle 15.30 alle 16.30 Attilio Bachetti della pizzeria trattoria da Attilio di Napoli e Corrado Scaglione dell’ Enosteria Lipen di Canonica Lambro (Mi); domenica dalle 17 alle 18 Ciro Salvo della pizzeria Massè di Torre Annunziata (Na); lunedì dalle 11.30 alle 12.30 Franco Pepe della pizzeria Pepe in Grani di Caiazzo (Ce); lunedì dalle 17 alle 18 Giovanni Improta della pizzeria Al 22 di Pignasecca (Na).

Proseguendo verso piazza XX Settembre possiamo dissetarci con le birre artigianali campane dei birrifici Karma di Alvignano (Ce), Sorrento di Sant’Agnello (Na) e Maneba di Ottaviano (Na). Imperdibile la tappa allo stand dello storico Pastificio Garofalo che ha sede a Gragnano (Na), azienda che è stata in grado di integrare con maestria le antiche tradizioni e l’uso di innovazioni tecnologiche.

La Campania è anche la regione di spicco di uno degli appuntamenti del Caffè Letterario. Sabato alle 13, nel Cortile di Slow Food Editore, Domenico Raimondo e Antonio Lucisano, presidente e direttore del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, dialogano insieme ad Angelo Surrusca, redattore di Slow Food Editore, portandoci alla scoperta della filiera della mozzarella di bufala campana e presentando Il gusto del formaggio, uno dei primi e intramontabili manuali di Slow Food Editore.

- la tua Pubblicità qui -

All’interno del ciclo di conferenze dedicate ai temi di attualità che riguardano il settore lattiero caseario, sono due i Laboratori del Latte che coinvolgono la regione campana. Gaetano Pascale, presidente Slow Food Campania, interviene al dibattito dal titolo Crudo o pastorizzato, ma soprattutto: che latte è?, in programma domenica alle 11 allo stand Slow Food, in piazza XX Settembre. Restiamo allo stand per assistere, lunedì alle ore 14, all’incontro dedicato al formaggio più famoso del Sud Italia, la mozzarella di bufala. A Bufala e bufale… partecipano Ettore Bellelli, allevatore di bufale campane dell’Agriturismo Seliano a Paestum, Roberto Fiorillo, della Cooperativa Le terre di Don Peppe Diana – Libera Terra, Antonio Lucisano, direttore del Consorzio Mozzarella di Bufala Campana Dop e Gaetano Pascale, presidente Slow Food Campania. Modera Pietro Raitano, direttore Altreconomia.

Gianluigi Carlino

- Pubblicità -

Lascia una risposta