I vini  da scoprire  “SUSUMANIELLO”  il vitigno carico come un somarello

susumaniello -Foto Cantina due Palme

I vini  da scoprire  “SUSUMANIELLO”  il vitigno carico come un somarello

Il Susumaniello (conosciuto anche con i sinonimi di Somarello nero, Sumariello nero, Zuzomaniello, Cozzomaniello, Zingariello, Grismaniello e Lacrima di Puglia è uno dei  vitigni definiti  autoctoni della Puglia di  probabili  origini dalmate ed attualmente diffuso principalmente  nel brindisino e nelle zone vitivinicole intorno ad Ostuni e Fasano. Il nome deriva probabilmente da un espressione    dovuta al fatto che il vitigno  nei primi suoi 10-15 anni di vita, è molto produttivo “ da caricarsi  cosi tanto di grappoli da essere  definito nella sua fase di maturità  “carico come un somarello”

Il Susumaniello era utilizzato principalmente in passato dai contadini  in uvaggio con altre varietà  coltivate tra cui il  Negroamaro in quanto complementari come caratteristiche. Il Susumaniello con il suo un acino piccolo e tondo con una buccia spessa dava mosti  molto ricchi di zuccheri ,polifenoli e antociani, quindi (corpo e colore) e portava anche in dote un’acidità molto bassa mà con un ph molto alto esattamente il contrario del negroamaro. il sistema di coltivazione era quello anticamente utilizzato il tipico alberello del Salento con una percentuale media di presenza nelle vigne  del 20% rispetto agli altri vitigni. Dopo lunghi anni di abbandono delle coltivazioni minori e della tecnica ad alberello in favore delle più produttive coltivazione a spalliera,grazie all’ impegno e la voglia di alcuni vignaioli di recuperare nella viticoltura le tecniche e i vitigni autoctoni minori attualmente è possibile trovare alcune espressioni del vitigno anche in purezza. Dal Susumaniello si ricava un vino dal colore rosso rubino molto intenso vivace .Al naso si avvertono in prevalenza sentori erbacei vegetali associati ai  piccoli frutti rossi di bosco.

I vini degustati hanno evidenziato tutti delle caratteristiche di grande bevibilita. Al  gusto sono sempre stati morbidi e caldi per il buon tenore alcolico  ma  ben bilanciati dalla presenza di gradevoli tannini e di buona acidità e freschezza al palato.Per le sue caratteristiche si abbina bene sia con i primi che con le carni. Buono anche sul tonno rosso ed i formaggi di media stagionatura.

 

www.vignaflora.it

www.scholasarmenti.it

 

 

 

 

 

 

 

 

www.cantineduepalme.it

 

Pasquale Brillante

Sommelier & Barman Wine & Food Consultant Blogger enogastronomico

No Comments Yet

Comments are closed