Take a fresh look at your lifestyle.

DiVino Natale a Giffoni Valle Piana

0


Si giocava in casa, a Giffoni Valle Piana, nella splendida cornice dell’Antica Ramiera. Serata organizzata tra l’altro dall’Ais di Salerno che ha visto presenti una quarantina di aziende del territorio nazionale unitamente ad alcune eccellenze della cittadina di Giffoni.
Calici in mano mi sono spinto dapprima sui bianchi alla ricerca di qualche bella boccia a me sconosciuta e mi ha colpito la Coda di Volpe di Sergio Boccella, il quale situato nel comune di Montemarano, quindi ad alta vocazione rossista, ha sfoderato un’inusuale ma suadente Coda. Bel corpo, buonissima acidità molto piacevole in ingresso e nel bel finale. A fianco altro new entry per me, la cantina di Adelina Molettieri del medesimo comune di Boccella, la quale presentava un Fiano di Avellino, ancora non del tutto convincente ed un buon Irpinia Aglianico leggermente eroso da tannini ruvidi. In forma strepitosa Il Cancelliere con l’anteprima (neanche etichettata peraltro) del celebre Taurasi NeroNè 2007 (AAA), che bottiglia ragazzi! Complesso affascinante caldo, un tannino ancora un pò pesante, ma una materia ricca e superlativa, davvero un vino immenso. Discreto l’aglianico vinificato in bianco dalla TENUTA Marino in Basilicata, che riscontrava il favore del pubblico, di buona fattura il Primitivo della stessa azienda, mentre l’Aglianico ed il Syrah erano su standard interessanti. Un’azienda bio che merita un approfondimento in vigna.
Rossomarea di Lunarossa in versione magnum molto piacevole, la consueta forza e classe dei vini di Mila Vuolo, l’Argylos di Belrisguardo in crescita, i rossi in bio di Salcheto, azienda toscana molto interessante presente con un Nobile di Montepulciano ed un Chianti Colli Senesi di fascino.Presente anche Cantina Bambinuto con il suo magnum Picoli, Villa Raiano con i suoi base e tante altre aziende tra cui venete e toscane.
Un buon numero di birre artigianali del territorio e poi Petolicchio con il suo olio delle colline Picentine, Ponte Molinello con le sua treccia deliziosa, ed il ristorante Morese di Mercato San Severino con piatti che ci hanno deliziato. Bella serata: convincente.

Gianluigi Carlino

- Pubblicità -

Lascia una risposta