10 SPUMANTI METODO CLASSICO CAMPANI  DA BERE NEL 2020

10 SPUMANTI METODO CLASSICO CAMPANI  DA BERE NEL 2020

L’anno appena finito e l’avvento del nuovo anno 2020 hanno visto protagoniste le bollicine. La tradizione ha radici antiche da quando l’abate Don Pèrignon tra il 1690 ed il 1714 brevettò la tecnica per imprigionare col metodo della seconda fermentazione in bottiglia la magia delle bollicine, che in poco tempo diventarono protagoniste nelle feste di corte e sulle tavole dei reali di tutta Europa. La diffusione della tecnica di produzione in Italia col metodo francese degli spumanti che prevede prevalentemente l’utilizzo dei vitigni pinot noir e chardonnay inizia ai primi del 900 in trentino con Giulio Ferrari e successivamente si diffonde a metà degli anni sessanta in Lombardia nella zona della Franciacorta. Oggi nel bel paese le bollicine col metodo classico francese si producono in tutte le regioni d’italia.

La Campania non ha un vero e proprio distretto vocato alla spumantizzazione, pertanto sono i singoli produttori che hanno individuato nelle diverse  aree di produzione i vitigni e le zone più vocate. Questo ha creato la diffusione di prodotti tipici ed unici nel loro genere, in quanto spumantizzati con uve diverse per ogni areale ,quasi sempre prodotti con uve vinificate in purezza e millesimati (derivanti da uve di un’unica annata di produzione) .

Ecco allora una piccola selezione 10 etichette ,alcune anche rare e prodotte in pochissime bottiglie, da non perdere per brindare anche tutto l’anno per accompagnare i nostri momenti di festa e brindare a tavola.

1. Montesommavesuvio a Pollena Trocchia nel parco del Vesuvio è un’azienda giovane che  oltre a produrre vini nell’areale della Doc Vesuvio, ha investito anche nella produzione di uno spumante  prodotto col metodo classico utilizzando il tipico  vitigno dell’area del monte Somma la  ‘Catalanesca’. Català 36  Millesimato Metodo Classico  prodotto in poco più di 200 Bottiglie e una vera chicca per i fortunati che riusciranno ad accaparrarsene una bottiglia.


http://www.montesommavesuvio.com/

2. Casa Setaro a Trecase ,già da alcuni anni ha investito nella produzione di un metodo classico spumante prodotto al 100% col Caprettone vitigno bianco principe del Vesuvio.Il  ‘CaprettOne’ Metodo Classico Millesimato e un piacevole spumante fresco profumato minerale  che è migliorato di anno in anno ,ottimo  per brindare ma  anche piacevole in abbinamento con la cucina di mare.

http://www.casasetaro.it/

3. Masseria Campito è una delle aziende in provincia di Caserta che produce spumanti Metodo classico con il vitigno Asprinio  portato in Campania  dai Borbone  e coltivato con l’antica tecnica ad alberata ad Aversa. Per la sua spiccata acidità naturale e particolarmente vocato alla spumantizzazione. Il ‘Priezza’ Asprinio d’Aversa Dop metodo classico Brut è uno spumante molto piacevole ottimo per un brindisi  e che a tavola si sposa benissimo in abbinamento in particolare con i formaggi e la mozzarella di Bufala Dop.


www.masseriacampito.it

4. Masseria Piccirillo è una piccola realtà produttiva nell’alto casertano che realizza grazie al giovane enologo di famiglia Giovanni Piccirillo un metodo classico utilizzando il  Pallagrello bianco, l’antico vitigno portato anch’esso dai Borboni  e riscoperto  da alcuni anni grazie all’impegno di alcuni produttori locali.‘Prima Gioia’ Metodo Classico di Masseria Piccirillo è un prodotto veramente molto interessante da provare non soltanto come aperitivo ma sulla  cucina di mare.


www.masseriapiccirillo.eu

5. Villa Matilde che nei primi anni 90 ha avviato un progetto di valorizzazione dell’antico areale dell’Ager Falernus  ,dal 2011 produce con  il vitigno Aglianico da uve selezionate nelle vigne di San Castrese a Sessa Aurunca uno spumante metodo  classico Rosato. ‘Mata’ Metodo Classico Rosè di  Villa Matilde è un’autentica eccellenza Campana che si abbina benissimo con tutta la cucina tradizionale mediterranea di terra e di mare. 

www.villamatilde.it

6.Cantine di Marzo a Tufo in provincia dei Avellino è stato il primo produttore in Campania a produrre  spumante metodo classico in purezza con uve Greco coltivate a Tufo nelle vigne di proprietà. ‘Anni VENTI’ dopo la sosta per 36 mesi sui lieviti e l’affinamento in bottiglia esce sul mercato dando ai consumatori un prodotto unico nel suo genere.Da portate a tavola e nelle feste. Ottimo in abbinamento per le sue spiccate mineralità e freschezza sui crudi e sul sushi.

www.cantinedimarzo.it

 

7 Villa Raiano è una bellissima realtà produttiva in provincia di Avellino, il suo ‘Ripa Bassa’ Metodo classico brut è prodotto da una selezione di uve Fiano e Greco coltivate nella zona delle colline irpine lungo il fiume Sabato che attraverso le terre dove si coltivano i due grandi vitigni campani.La sosta sui lieviti per un minimo di 24 mesi e l’affinamento in bottiglia conferiscono a questo spumante una grande eleganza al naso ed una piacevole persistenza gusto olfattiva.Trova il suo ideale abbinamento con gli antipasti e la cucina di mare.

www.villaraiano.it

8. Corte dei Roberto è una nuova realtà produttiva di Greci (AV)  fondata nel 2013 dai giovani cugini Roberto con l’obiettivo di fondere tradizione e innovazione nel loro progetto produttivo. La peculiarità e stata nella scelta di produrre lo spumante metodo classico da un blend di uve bianche e rosse a base di 60% Fiano,25% di Piedirosso ed un 15% di Greco. Cura dei vigneti, attenzione ai dettagli e la scelta di un processo di lavoro manuale dei grappoli sono l’essenza inscindibile della filosofia aziendale. Uno spumante fresco e di buon corpo ideale per essere accompagnato con i primi piatti, i formaggi e la cucina di mare.

 www.cortedeiroberto.it

9. La Guardiense  ‘Janare Cinquantenario’ spumante prodotto al 100% con falanghina del sannio è la punta di diamante del progetto nato per il cinquantenario del consorzio. Uno spumante che è una vera eccellenza che mette in evidenza la grande forza espressiva del più conosciuto vitigno bianco della Campania. La lunga sosta sui lieviti ed il successivo affinamento rendono lo spumante di grande corpo e struttura , piacevole come aperitivo ma anche in abbinamento a tutto pasto.


www.laguardiense.it

 10. San Salvatore 1988 e una bellissima realtà produttiva nel cuore del Cilento a Capaccio Paestum. Lo spumante ‘Gioì’ Metodo Classico Rosè Millesimato San Salvatore viene prodotto al 100% con uve Aglianico coltivate nelle vigne di proprietà.Dopo una lunga sosta sui lieviti per un minimo di 24 mesi viene affinato almeno sei mesi in cantina prima di essere immesso sul mercato.Spumante elegante al naso ed al palato che si caratterizza anche per il  packaging  dal forte  richiamo al territorio anche nell’etichetta. Prodotto che può essere abbinato a tutto pasto anche sulle carni.

 

 www.sansalvatore1988.it

Pasquale Brillante

Sommelier & Barman Giornalista

No Comments Yet

Comments are closed