CONTINI produttori della tipica “Vernaccia di Oristano” attraverso la magia della “flor”

CONTINI produttori della tipica “Vernaccia di Oristano” attraverso la magia della “flor”

Cabras la piccola cittadina della provincia di Oristano in Sardegna si trova nella regione del Campidano di Oristano sulla riva sinistra dello stagno chiamato stagno di Cabras.

Negli ultimi anni è diventata meta per gli studiosi e gli appassionati di archeologia perché ospita i giganti di Mont’e Prama antiche sculture risalenti alla Civiltà nuragica ritrovate casualmente nel marzo del 1974 in località nel Sinis di Cabras.

In questi luoghi nella magica Sardegna dai profumi e dagli aromi unici e indimenticabili si trova l’azienda Vitivinicola Contini  che da oltre 120 anni e da quattro generazioni porta avanti con passione ed impegno la storia di uno de vini più antichi della regione e d’Italia la “Vernaccia di Oristano”

Contini nasce nel 1898 quando Salvatore Contini il fondatore decide di valorizzare la Vernaccia uva tipica locale. Una scelta che si rivelerà vincente e che negli anni porterà l’azienda  ad avere successo sia sui mercati locali che internazionali. Dopo Salvatore succede alla guida dell’azienda il figlio Attilio e a seguire Paolo. Oggi la quarta generazione è  rappresentata da  Alessandro e Mauro.

Grazie all’impegno della famiglia Contini la Vernaccia di Oristano è il primo vino sardo a ottenere una denominazione DOC nel lontano 1971. Un importante riconoscimento per un vino denso di storia, cultura e frutto di  una grande magia della natura.

La Magia della  “flor”

Le uve di Vernaccia dopo la raccolta vengono messe a fermentare in botti scolme. Qui avviene la sua magia attraverso lo sviluppo della “flor” ( lieviti da fiore) che si sviluppano naturalmente grazie al particolare microclima della valle del Tirso. Le botti non essendo riempite fino all’orlo fanno circolare l’aria, in questo modo l’ossigeno fa partire la fermentazione dei lieviti che risalgono in  superficie  andando a  creare  un caratteristico velo. Questa particolarità ed il lungo affinamento in botte rende la “Vernaccia di Oristano” un vino dalla grande capacità di resistere al tempo  che lo caratterizza per il suo particolare ed unico spettro aromatico e per la grande complessità gusto olfattiva.

L’annata più vecchia attualmente in cantina è del 1969 .Nello show room aziendale sono visibili ancora alcune antiche bottiglie risalenti all’inizio del 900. Bella l’etichetta storica che ha nel suo logo la tipica “Fassona” ( barca tipica locale di giunchi usata dai pescatori negli stagni di Cabras.).

Negli anni l’azienda Contini oltre alla Vernaccia ha avviato anche la produzione di altri vitigni autoctoni locali tra cui la Nieddera il tipico vitigno a bacca rossa della valle del Tirso ed alcuni tra i principali vitigni autoctoni regionali. Il Vermentino in Gallura ed il Cannonau  in parte sul Monte Arci nell’entroterra del golfo di Oristano e in parte nella Barbagia.

Nel 2010 l’azienda sensibile ai temi della eco sostenibilità ambientale ha sviluppato  il progetto “Mamaioa” che in sardo significa “Coccinella” simbolo di ambiente sano e incontaminato e dal 2015 è passata dalla produzione integrata al biologico certificato.

L’azienda Contini è oggi una delle più  importanti realtà produttive locali che opera  nel pieno rispetto delle tradizioni  del territorio.Nel visitare la bellezza incontaminata della valle del Tirso un passaggio a Cabras vi permetterà di conoscere una delle cantine più antiche d’Italia e degustare i suoi vini ,fedele  espressione di una delle aree vitivinicole più antiche della terra dei Nuraghi.

www.vinicontini.com

 

 

Pasquale Brillante

Sommelier & Barman Giornalista

No Comments Yet

Comments are closed