Frie’ n’ ‘Fuie la rivoluzione dello street food targata Vincenzo Di Fiore affidata a tre Ape Car Piaggio

La strada è il luogo in cui s’ incontra il cuore gastronomico di un paese, tra carretti, chioschi, profumi invitanti e chiacchiere della gente. E’ questa la filosofia di Vincenzo Di Fiore, giovane imprenditore vesuviano dalla personalità rivoluzionaria:” Le rivoluzioni spesso derivano dall’esigenza di ritrovare vecchie tradizioni”, mi dice con fare orgoglioso, “ nel settore del  food s’inizia a essere stanchi di una cucina più da guardare che da gustare, stanchi delle tendenze che non soddisfano il palato, degli chef stellati e degli show televisivi”.

Frie’ n ‘ Fuie (friggi e scappa), inaugurato il 25 ottobre in piazza degli Artisti al Vomero, è un progetto che consta di 3 Apecar Piaggio trasformate in vere e proprie cucine on the road  pronte a placare attacchi di fame improvvisi. Facile incontrare per le strade di Napoli e provincia le cucine viaggianti di Vincenzo, ma il motivo vero per cui farsi tentare è che, a differenza di molti altri street food, le sue proposte sono varie: polpette di mortadella, peperoni o limone; arancini ai 4 formaggi, agli agrumi o ai carciofi, oppure crocchè con calamari, scagliuozzo con salsicce, patate duchessa, graffe  e struffoli, ma anche proposte per vegetariani e celiaci.

Tutte queste sfizioserie  sono offerte da Titina, Marì e Annarella che non sono né i nomi delle tre Caravelle, né di 3 collaboratrici, bensì i nomi delle 3 Apecar Piaggio che Vincenzo ha simpaticamente battezzato in questo modo rifacendosi all’onomastica tradizionale napoletana. Come fossero 3 star in tournee, luoghi date e orari degli spostamenti si possono trovare sui social e su www.frienfuie.com

No Comments Yet

Comments are closed