San Lupo Mi Strega, magia e cultura, arte, gusto e magia

Il Comune di San Lupo, in provincia di Benevento, organizza dal 20 al 23 giugno 2015 la prima edizione di “San Lupo Mi Strega”, un evento tra magia e cultura della durata di quattro giorni. Gusto, arte, magia e divertimento sono il filo conduttore di questa originale manifestazione che ripropone, ripercorrendo il passato ma in chiave moderna, la misteriosa leggenda delle janare. L’obiettivo è valorizzare e promuovere le risorse tutte del territorio attraverso un percorso di turismo integrato che si snoda tra stand gastronomici, dove sarà possibile degustare prodotti tipici e apprezzare l’artigianato locale, e momenti dedicati agli spettacoli che si alterneranno tra le vie del centro storico per poi, nella giornata conclusiva, dare vita alla suggestiva rappresentazione della notte delle janare.  Ma, vediamo in dettaglio il calendario degli eventi di questi 4 giorni di festa che attrarranno turisti e visitatori da tutta la Campania, e non solo.  Si parte sabato 20 giugno: in mattinata la Pro Loco di San Lupo accoglierà i primi visitatori e raccoglierà le adesioni dei bambini per la partecipazione all’evento “Ludobimbi, in calendario per il giorno 22 giugno. Alle ore 19.00, saranno inaugurati due percorsi “Il Gusto Mi Strega” e “Magia Artigiana” con stand e iniziative a tema; in serata, in via Campi, I Madreterra in concerto, musica e canti della tradizione popolare e, direttamente dalla “Orchestra Italiana” di Renzo Arbore, ospite speciale della serata Peppe Sannino. Il giorno successivo, domenica 21 giugno, stand enogastronomici e artigianali aperti dalle ore 19.00 e sino alle 21.00, quanto ad esibirsi, sempre in via Campi, sarà “Cantica Popularia”,  un coro di voci e di corpi in movimento dalla straordinaria dinamica musicale. Il 22 giugno, quindi, l’evento tanto atteso dai più piccoli “Ludobimbi” che, intorno alle ore 17.00, partiranno alla volta di agriturismi e panifici per cimentarsi nella preparazione di ricette tipiche sanlupesi e degustare i piatti da loro stessi preparati. Alle ore 19.00, riaprono gli stand dove sarà possibile degustare tante prelibatezze e apprezzare gli oggetti di artigianato in ferro, in pietra, in legno, ma anche ricami e quadri d’autore. In serata, alle 21.00, la Compagnia teatrale “Il Vuccàro” porterà in scena “Mettimmece d’accordo e ce vattimme”. Si arriva, quindi, al giorno tanto atteso: quello delle janare. Stand aperti dalle 19.00 e, a partire dalle ore 21.00, il “Canzoniere della Ritta e della Manca” aprirà la serata con ritmi, melodie a canti popolari accompagnati dalle coreografie della “Compagnia Balletto di Benevento”. Alle 23.00, la Notte delle Janare, con fiaccolata sul ponte e le voci narranti di Mariella Perifano e Rino Tomasiello che faranno da ouverture alla danza frenetica del Sabba, ideata dalla coreografa Carmen Castiello, eseguita dalla “Compagnia Balletto di Benevento”, in collaborazione con “Libero Teatro” e il “Canzoniere della Ritta e della Manca”.

No Comments Yet

Comments are closed