Baccalà, la ricotta e chips di mela annurca: da Nonna Rosa la tradizione sposa la sperimentazione

Ci vuole coraggio di questi tempi per aprire un nuovo locale, a maggior ragione se di ambizione e il titolare è un perfezionista. Ma Vincenzo Nocerino insieme alla moglie Mariarosaria, ha fortemente voluto imbattersi in questa nuova avventura, “Locanda nonna Rosa”. “Sono molto preciso, e cerco di seguire sia la sala che la cucina, inizialmente sono stato un po’ incosciente, io e la mia famiglia non avevamo mai servito un piatto, ma poi abbiamo imparato subito.” E’ l’impegno, la costanza e la semplicità il vero motore di Locanda nonna Rosa. Ad accogliere i clienti il sorriso di Mariarosaria, che da brava padrona di casa rappresenta un “ menù parlante”, pronta a consigliare i piatti preparati dal marito. “La nostra idea di locale è di avere pochi coperti, in modo da non trascurare nessuno, non stravolgiamo i piatti, ma li proponiamo con una nota di cambiamento e fantasia.” Piatti di grinta e passione dove l’ingrediente che padroneggia il menù è il baccalà. L’incontro è di quelli che conquistano il palato al primo morso, basti assaggiare gli involtini di baccalà affumicato ripieni di ricotta di bufala, con salsa all’arancia e chips di mela annurca, per capire il senso che “l’ orchestra” di Vincenzo suona con divertimento ogni giorno. Il repertorio della locanda continua con un primo piatto, una genovese di baccalà, e un secondo, baccalà cotto al forno con pane gratinato, patata, broccoli napoletani e acqua di provola versata al momento.

E’ il ristorante, per eccellenza, che consiglio a tutti quelli che “se voglio mangiare dell’ottimo baccalà dove vado ?” semplice!!  Locanda nonna Rosa via Mercato Vecchio, Somma Vesuviana.

No Comments Yet

Comments are closed