Take a fresh look at your lifestyle.

Torrecuso, alla cantina Il Poggio presentata l’etichetta per la candidatura GlobalGeoPark del parco Taburno Camposauro

E’ stata presentata oggi, presso la Cantina Il Poggio a Torrecuso, la prima bottiglia di aglianico del Taburno D.O.C.G Rosato con un’etichetta celebrativa della candidatura GlobalGeoPark del parco del Taburno Camposauro, ideata dal maestro Nicola Pica. La sinergia tra la Cantina Vitinicola e l’artista pontese nasce dalla volontà di sostenere il percorso che l’Ente Parco sta portando avanti per ottenere il riconoscimento Unesco. “L’aglianico – ha dichiarato il presidente dell’Ente Parco Regionale del Taburno-Camposauro Costantino Caturano – rappresenta il simbolo della viticultura del Taburno“.

- la tua Pubblicità qui -

Un simbolo non solo enologico ma anche paesaggistico visto il suggestivo panorama ricco di vigneti che si staglia dinanzi agli occhi dei visitatori che percorrono la Dormiente. Realizzare un’etichetta artistica celebrativa e metterla su un’ottima bottiglia di aglianico rosato è un qualcosa di unico, pensato grazie al profondo senso di attaccamento che i titolari dell’azienda Il Poggio hanno nei confronti del territorio dove vivono e nel quale si sviluppa la propria attività. Il connubio con il maestro Nicola Pica ha conferito al progetto l’estro artistico per diffondere la bottiglia oltre i confini della Campania.

Il nostro impegno – ha sottolineato Carmine Fusco, titolare della cantina Il Poggio – è anche finalizzato a valorizzare l’area protetta del massiccio appenninico che da sempre esprime eccellenze ambientali e agroalimentari di grande qualità soprattutto nel settore vitivinicolo. Pertanto è un piacere contribuire alla valorizzazione dell’area protetta con una nostra bottiglia celebrativa in serie limitata“.

Il maestro Pica si è soffermato sul significato dell’etichetta realizzata a partire da una sua opera che rappresenta in modo artistico la dormiente, un richiamo alla terra ‘casa di eccellenze vitivinicole’ nonché il globo terrestre a significare la candidatura GlobalGeopark Unesco che si sta portando avanti.

I commenti sono chiusi.